Home > Consigli per i cuccioli > Perché la gerarchia con un cane è importante

PERCHÉ È IMPORTANTE LA GERARCHIA CON UN CANE?


Perché il nostro cane sia disposto a obbedirci, deve rispettarci, e per questo dobbiamo essere al di sopra nella sua gerarchia

La gerarchia

Il cane è un animale sociale, abituato in natura a vivere in un ordine gerarchico in cui esiste un cane alfa o leader. Nella nostra società, il cane vive con la sua famiglia di esseri umani che il cane considera membri del suo branco. Siccome la famiglia è il branco, deve avere una gerarchia in cui il leader sia al livello più alto. Ogni membro occupa una posizione nella gerarchia e il cane capisce che obbedirà solo a quelli sopra di lui. I cani non si aspettano l'uguaglianza da parte nostra, sono nati con un senso sociale e con la tendenza ad occupare un posto nella gerarchia.

L'importanza della gerarchia con i cani Australian Cobberdogs Labradoodle per una buona convivenza

IL BISOGNO DI UN LEADER

Un leader è colui che è responsabile della gestione delle risorse del gruppo sociale a cui appartiene per ottenere i risultati più efficienti e il miglior benessere per tutti i membri del branco. Il leader è colui che stabilisce gli standard nel gruppo e può essere responsabile, insieme ad altri membri, di farli rispettare. È anche colui che veglia sulla sicurezza di tutti i membri ed è responsabile dell'organizzazione di cibo e spazio per la sua comunità.

Il leader non occupa la sua posizione per imposizione, ma viene accettato dagli altri membri del gruppo perché ritengono di essere il membro con più capacità per svolgere il compito di assumersi la responsabilità del resto dei membri.

Dal momento che forniamo al nostro Australian Cobberdog cibo, acqua, protezione, stimolazione mentale e fisica, compagnia e assistenza ai loro bisogni di salute, non ci sarebbe motivo per lui di voler elevare il suo status. Se assume il ruolo di leader, sarebbe responsabile di tutto ciò che questa posizione comporta, qualcosa che non può assumere né vuole assumere.

Se un cane credesse di essere il capo della famiglia, inizierebbe a trovare continue minacce per il suo "branco" che non può controllare. Dai familiari che sfuggono alla loro visione, dagli estranei che vengono a interagire con loro, qualcuno che tocca le cose che considerano "loro"... Ci sono innumerevoli situazioni che metterebbero il cane in continua tensione come leader e che finirebbe con la frustrazione di non essere in grado di gestirli.

LA DOMINAZIONE

Nonostante le credenze popolari, che suggeriscono che il cane sia un animale che, se autorizzato lotterà per uno status dominante all'interno della sua famiglia, la dominazione non è un ottimo concetto quando applicato al tentativo di ascendere nella gerarchia familiare.

La dominazione è un concetto che si riferisce alla capacità di un individuo di mantenere o controllare l'accesso ad alcune risorse. Non ha nulla a che fare con lo status di maschio alfa. La "dominazione" è più una questione di ottenere o perdere e non accedere a uno stato superiore.

Ciò spiegherebbe perché alcuni cani sono protettivi con il cibo, con i loro giocattoli, o se il loro proprietario cerca di cacciarli dal divano e si mostra aggressivo. In questi casi il cane ha la posizione di controllo sulla situazione e non vuole perderla. Se lasciato alla sua volontà, un cane farà ciò che è più gratificante per lui, e se a un cane è stato permesso di dormire sul divano per mesi, potrebbe reagire in modo aggressivo se qualcuno improvvisamente cambia le regole e gli nega l'accesso a questa risorsa. Ecco perché quando accadono questo tipo di cose, non dovremmo pensare che il cane voglia diventare un leader, ma gli abbiamo dato di capire che aveva il controllo su quella cosa.

Se ci sono molte cose su cui gli permettiamo di avere il controllo, è quando il cane può iniziare a sentire che ha potere su alcuni aspetti del suo "branco umano" (non sentirsi maschio alfa). 

Un cucciolo può mostrare un atteggiamento dominante?

Il Australian Cobberdog è un cane con un temperamento che si adatta meglio al ruolo di seguace che di leader in modo naturale, è facile addestrarlo, molto diligente, vuole piacere e si adegua facilmente alle regole della casa. Ma come ogni cane, se gli insegniamo (anche se inconsciamente) che ha il controllo delle risorse, il cane si comporterà così come ha imparato. Il cane, man mano che cresce, prova i diversi comportamenti che può adottare per ogni situazione che si presenta e adatta un ruolo e un atteggiamento in base ai risultati che ottiene durante la messa in atto di tali comportamenti. La permissività spesso porta il cane a capire che può fare ciò che vuole e comportarsi in modo autoritario, non tanto per il suo "carattere dominante" ma per l'apprendimento che ha avuto, e se provi a cambiare quell'atteggiamento il cane combatterà per mantenere il suo privilegio di fare quello che vuole, proprio come farebbe un bambino viziato.

Come stabilire la gerarchia

Quando un cane non controlla le risorse, assume immediatamente una posizione in attesa nei confronti del leader che sarà gli fornirà tali risorse. Avere l'attenzione e la volontà del cane di compiacere sono due conseguenze che derivano dal controllo delle risorse da parte del leader e forniscono una situazione ottimale per sviluppare il legame con il cane.

  • Spazio
    Il leader deve gestire quei luoghi a cui il cane può accedere e deve essere in grado di indicare se vuole che si trovi in un posto o in un altro. È molto tipico osservare tra i cani che chi si stabilisce come leader tagli il passo agli altri o gli impedisca di accedere a determinati luoghi. Il fatto che il cane sappia che non controlla lo spazio, ci pone come leader.
  • Oggetti
    Ovviamente, il cane non dovrebbe avere il potere di decidere cosa fare con gli oggetti che trova intorno a lui. Questa limitazione non si applica solo ai mobili o agli indumenti che non vogliamo che il cane morda, ma anche ai suoi giocattoli. Da un lato, i giocattoli sono una risorsa molto preziosa per il cane e averli nella nostra posizione ci consente di usarli come rinforzi comportamentali e ci posiziona come leader. D'altra parte, il cane non dovrebbe pensare che siano sotto il suo controllo perché potrebbe sviluppare un comportamento protettivo con loro ed essere aggressivo in loro difesa. Pertanto, non possiamo permettere al cane di usare oggetti diversi dai suoi giocattoli (per evitare danni e situazioni pericolose) e i suoi giocattoli devono essere sotto la nostra gestione, questo ci posiziona come leader.
  • Tempo
    Decidere cosa fare in ogni momento è tipico di un leader. Per fare ciò, una delle risorse più potenti è controllare i tempi di attesa. Non si tratta solo di decidere cosa fare dopo, ma il momento esatto in cui il cane può farlo. Ad esempio, non è la stessa cosa prendere il guinzaglio e che il cane corra verso la porta per uscirne non appena l'apertura gli consente di farlo, e prendere il guinzaglio e far aspettare il cane finché non diamo l'ordine di partire silenziosamente attraverso la porta completamente aperta. Nella prima situazione il cane sta decidendo senza prenderci in considerazione, e nella seconda è attento a noi per raggiungere un consenso tra cane e persona: "Facciamo una passeggiata ma in modo piacevole." Lo stesso accade quando il cane va a mangiare e lo facciamo aspettare fino a quando non lo abbiamo servito e gli abbiamo dato l'ordine, o quando gli togliamo il guinzaglio e gli chiediamo di aspettare qualche secondo. Quell’attesa ci posiziona come leader.
  • Cibo
    Il cibo è una delle risorse più preziose per un cane, quindi chiunque lo gestisca è immediatamente in una posizione superiore. Allo stesso modo, gestire il cibo non è solo offrirlo, ma essere in grado di toccarlo o rimuoverlo in qualsiasi momento. Ciò si ottiene non con l'imposizione, ma guadagnando la fiducia del cane. Se il cane non ha dubbi sul fatto che il suo cibo è garantito e capisce che vogliamo sempre il meglio per lui, non avrà problemi a farci gestire il suo cibo perché capisce che ci deve essere uno scopo benefico nelle nostro comportamento. Fin da cucciolo, toccare il suo cibo mentre mangia o offrirgli una parte del cibo a portata di mano può aiutare a raggiungere quella fiducia.
  • Altezza
    Essere ad un'altitudine più alta significa un maggiore controllo della situazione. Molti cani tendono a dormire in alto o cercano di arrampicarsi su altri cani come segno di controllo sugli altri. Questo è il motivo per cui spesso non è consigliabile che un cane che non ha chiara la gerarchia in casa sia posizionato alla stessa altezza del proprietario (ad esempio, salendo sul divano). Mantenere in nostro potere l’altezza maggiore rende il cane consapevole di non essere colui che controlla la situazione.

Informazioni e domande sugli Australian Cobberdog

Contatto