Home > Consigli per i cuccioli > Cosa fare per far smettere di piangere il mio cucciolo

COSA FARE PER FAR SMETTERE IL MIO CUCCIOLO DI PIANGERE?


Il pianto del cucciolo può significare molte cose ed è un modo per esprimere ciò che prova
Impara cosa devi fare quando il tuo Australian Cobberdog Labradoodle non smette di piangere

L'importanza di adattarsi alla nuova casa con la sua nuova famiglia

Quando il tuo cucciolo di Australian Cobberdog piange, può essere per vari motivi. Potrebbe piangere per sete, fame, disagio, ansia, insicurezza, paura... Anche se all'inizio, è molto probabile che lui debba semplicemente adattarsi alla sua nuova casa. Infatti, durante il loro adattamento, i cuccioli possono soffrire di stress che si manifesta sotto forma di ansia, diarrea, mancanza di appetito, abbassamento delle difese o insonnia. Per questo motivo è molto importante abituare il nostro cucciolo ai nuovi odori e rumori abituali che ci sono nella nostra casa, alle persone nella nostra cerchia più vicina e ad altri cani.

Bisogni primari

Tenendo conto del fatto che i primi giorni è normale che il cucciolo pianga perché si sta adattando, dobbiamo sempre conoscere i suoi bisogni di base per soddisfarli ed escludere i motivi che lo fanno piangere:

      • Il nostro cucciolo dovrebbe mangiare il cibo in porzioni adeguate alla sua età e taglia.
      • Deve avere accesso ad acqua pulita e fresca.
      • Deve allenarsi e fare diverse passeggiate al giorno.
      • Deve giocare con la sua famiglia e i suoi giocattoli preferiti (il materiale ideale per i giocattoli è la gomma).

La zone del riposo

Il cucciolo deve avere i suoi momenti di riposo e fidarsi che nessuno lo sorprenderà, altrimenti questo può provocargli il pianto. Il suo letto sarà nel box, la sua area limitata. In quella zona, il cucciolo deve sentire protezione, sicurezza e comfort. Per questo, abbiamo bisogno che il cucciolo associ il box a qualcosa di positivo. Questo si ottiene nutrendolo nel box, offrendogli giocattoli esclusivi che non avrà quando è fuori, dandogli premi quando lo lasciamo lì e soprattutto, non spaventandolo o provocandolo dall'esterno. Quando si trova nella sua area di sosta, dobbiamo garantirgli momenti di pace. Se associa il box in modo positivo, sentirà sicurezza e tranquillità all'interno del box e nel suo letto.

Quando sono lasciati soli

Può anche essere che il nostro Australian Cobberdog pianga quando lo lasciamo a casa da solo. Molti cani soffrono di stress da separazione. Ci sono cani che si adattano bene e si abituano ai nostri orari, ma ci sono altri cani che, a seconda di come agiamo, non si adatteranno mai e piangeranno quando usciamo di casa. Per evitare questo comportamento, è molto importante non prestare attenzione al nostro cucciolo per dieci o quindici minuti prima di uscire. Inoltre, quando torniamo a casa, non gli daremo attenzione finché il nostro cucciolo non si sarà calmato. Non importa se sono trascorsi cinque minuti o trenta, dobbiamo aspettare che si sia calmato. In questo modo lo indurremo a stati di calma che saranno premiati con la nostra attenzione.

Problemi veterinari

Se il nostro cucciolo non esprime i suoi bisogni, il suo pianto potrebbe essere dovuto a qualche tipo di disagio. Lo stress di cambiare l'ambiente e adattarsi alla nuova casa e alla sua quotidianità può causare diarrea o un calo delle difese del suo sistema immunitario, quindi il nostro cucciolo potrebbe piangere a causa del disagio o malessere causato da questo cambiamento di situazione. Se pensi che provi dolore, non ritardare e contattare il veterinario

Veterinario DOGKING

Quando piange chiedendo attenzione

Il tuo cucciolo potrebbe piangere per attirare la tua attenzione. Affrontare questo tipo di richieste è totalmente scoraggiato perché gli insegneremo che piangere è qualcosa che provoca qualcosa di buono e imparerà a piangere ogni volta che vuole qualcosa. Per evitare questo comportamento, dobbiamo sapere cosa fare quando sta piangendo e, soprattutto, cosa non fare.

 

Cosa fare se il cucciolo piange per attirare l'attenzione

Se sta piangendo, possiamo dirgli "no" con un tono di voce diverso dal solito, ma mai in modo aggressivo. Possiamo anche dargli il comando del silenzio, con il tipico "shhh". Se vogliamo che smetta di piangere e diciamo "no" o usiamo un "shhh", non lo accompagneremo mai con il suo nome, in modo che non associ il suo nome a qualcosa di negativo. Dobbiamo sempre usare il suo nome positivamente per premiarlo, coccolarlo, giocare con lui...

 

Cosa non si deve fare se il cucciolo piange per attirare l'attenzione

Quello che non dovremmo mai fare quando il cucciolo piange è accarezzarlo, coccolarlo, cercare di calmarlo con un tono di voce piacevole o prenderlo in braccio. Questo farà sì che il cucciolo metta in relazione il suo pianto con le tue coccole e la tua attenzione, il che farà sì che il cucciolo impari a richiedere attenzione piangendo. Dovremmo sempre aspettare che si calmi prima di offrire qualsiasi incoraggiamento positivo.

Informazioni e domande sugli Australian Cobberdog

Contatto