Inicio > Sul Labradoodle > Com´è stato creato il Labradoodle

COME È STATA CREATA LA RAZZA LABRADOODLE?

Un incontro con Wally Conron, il creatore del Labradoodle


L'origine della storia della razza Australian Cobberdog la troviamo con Wally Conron, un educatore di cani guida che aveva bisogno di trovare una razza ipolallergenica che potesse essere addestrata per questo compito.
Scopri l'origine della storia del Labradoodle con Wally Conron, il creatore del Labradoodle che cercava un cane ipoallergenico ed equilibrato

UN INCONTRO CON WALLY CONRON

Quando abbiamo cominciato il nostro studio in Australia sull'Australian Cobberdog, la persona che eravamo più interessati a conoscere era Wally Conron, il creatore del Labradoodle. È stato scritto molto su di lui e volevamo sapere di prima mano quello che pensava di questa razza. Per noi era molto importante conoscere bene la sua storia e la sua esperienza. Nonostante Wally Conron sia conosciuto come il padre del Labradoodle, il suo lavoro principale è stato sempre quello di educatore di cani guida. Ha lavorato con questi cani per 25 anni, oltre a realizzare lavori con cavalli, cani da terapia in carceri e "remedial dog" che è come lui chiama i cani che realizzano visite negli ospedali. Lui conosce bene la grande capacità che hanno gli animali per aiutare le persone, per questo ci ha potuto spiegare il valore che aveva la razza per realizzare questo lavoro.

Il primo Labradoodle

Wally Conron ci racconta che lavorava in una associazione per ciechi con un programma di allevamento e allenamento per formare cani guida. Come la maggior parte di questi programmi consisteva prima in una selezione di cuccioli, un periodo di socializzazione e un posteriore allenamento per passare subito all'assegnazione all'utente. Di solito lavorava con Labrador e Golden Retriver, ma arrivò un giorno in cui ricevette un incarico speciale. Si trattava di una donna hawaiana cieca il cui marito era allergico ai cani.

È risaputo che il pelo riccio dei barboncini è ipoallergenico poiché non provoca forfora e non fa la muta, è per questo che per 3 anni Conron lavorò con i 33 barboncini di taglia grande cercando di trovarne uno che fosse adatto a questo lavoro. Tuttavia non ci riuscì. Nessun Barboncino mostrava le qualità necessarie per diventare un cane guida e visto che il tempo passava e il suo capo lo incalzava, prese una decisione senza precedenti: incrociare una delle sue Labrador con un Barboncino sperando che il risultato potesse soddisfare la singolare richiesta della donna hawaiana. "E così fu" ci dice Conron con un ampio sorriso. Vennero effettuate prove pertinenti e dei 3 cuccioli che nacquero da quella cucciolata uno di loro era completamento ipoallergenico e aveva le caratteristiche necessarie per diventare un cane guida.
Scopri l'origine della storia del Labradoodle con Wally Conron, il creatore del Labradoodle che cercava un cane ipoallergenico ed equilibrato

Lo sviluppo della razza Labradoodle

Nonostante avesse trovato un incrocio perfetto per realizzare il lavoro di cane guida che non provocasse allergie, Wally Conron si trovò con un problema che non si aspettava: Sebbene ci fosse una lista d'attesa di 6 mesi, la gente non voleva un cane che non fosse di razza pura. I cuccioli stavano crescendo e non trovava famiglie per la socializzazione che accogliessero i cuccioli di Labradoodle. Nessuno Così, vedendo il bisogno di cambiare la percezione di questi cuccioli nella popolazione, decise di chiamare i mezzi di comunicazione e annunciare che aveva creato una nuova razza pensata per i lavori di assistenza e terapia. La notizia diventò virale e in sole 24 ore aveva già centinaia di chiamate di persone che volevano uno di questi meravigliosi cani. "Non volevano un incrocio, volevano un Labradoodle" ci dice Wally con un certo fastidio.

Scopri l'origine della storia del Labradoodle con Wally Conron, il creatore del Labradoodle che cercava un cane ipoallergenico ed equilibrato

E fu così che cominciò tutto. Conron aveva la combinazione perfetta per creare buoni cani guida e famiglie che desideravano farli socializzare, quindi decise di sviluppare il programma di allevamento dei Labradoodle. Tuttavia stava per arrivare un altro problema ancora più grande. Per continuare ad allevare Labradoodle e poter registrarlo come razza aveva bisogno di riproduttori di Barboncino per realizzare le monte e quando chiese consiglio al Kennel Club si trovò davanti un muro. Gli allevatori di razze pure si opponevano apertamente al suo programma di allevamento di quello che allora era ancora un cane meticcio e gli dissero che se prendeva qualche esemplare puro per realizzare le monte, il Kennel Club lo avrebbe cancellato dal registro e gli avrebbe impedito di presentarsi ad altre esposizioni o campionati. Fortunatamente Wally trovò il sostegno di alcuni allevatori che gli offrirono i loro riproduttori se non se ne accorgeva il Kennel Club, e il criterio che scelse fu quello di selezionare riproduttori con un buon temperamento e il riconoscimento di non avere problemi ereditari.


In questo modo Conron incominciò ad avere le sue cucciolare di Labradoodle e a selezionare gli stupendi cani che riuscirono a diventare grandi cani da assistenza. Con un tono calmo ride mentre ci racconta che quando arrivò a incrociare Labradoodle con Labradoodle lo chiamò Doubledoodle. È la seguente generazione Tripledoodle. Tuttavia, da quando cominciò con questo programma di allevamento, Wally Conron è stato minacciato, querelato e anche picchiato da allevatori di razze pure che lo accusarono di star corrompendo il loro lavoro. Senza dubbio una reazione di paura da parte degli allevatori davanti all'attenzione internazionale che aveva ottenuto il Labradoodle. Fu per questo che alla fine si dette per vinto, stanco di lottare continuamente contro molti di quelli che formavano parte del mondo del cane in Australia e si ritirò senza arrivare a registrare la razza nel Kennel Club. Tuttavia le basi erano state gettate e nonostante Wally Conron terminasse il suo programma di allevamento del Labradoodle, furono molti gli allevatori che continuarono a sviluppare la razza fino ad oggi.

L'OPINIONE DI WALLY CONRON SUL LABRADOODLE

Secondo le parole di Conron i Labradoodles che allevò erano brillanti e non ebbe mai problemi di temperamento con nessuno di loro, erano molto intelligenti e facilmente addestrabili. E questo era così perché si sforzava molto nel selezionare molto scrupolosamente ai genitori dei suoi cuccioli. Il problema con i Labradoodle fu il suo successo. Il Labradoodle divenne molto popolare e gli allevamenti cominciarono ad allevarla senza nessun tipo di criterio. Mettevano semplicemente due cani insieme senza studiare i possibili problemi ereditari di salute o comportamento né fare le prove per sapere se fossero ipoallergenici. Fu così come piano piano venne compromesso il concetto di "Labradoodle" e si creò una percezione di questa razza come di cani troppo nervosi che ci mettevano molto ad apprendere gli ordini e non servivano come cani da assitenza. Essendo stato testimone di tutto questo Conron a volte si pente di aver iniziato questa "febbre" visto che in qualche modo fu il primo a iniziare incroci di altre razze che non avevano alcun senso. Per lui l'incrocio fra un Labrador e un Barboncino aveva senso solo nella misura in cui otteneva buoni cani da assistenza che non provocavano allergie. Nel momento in cui questo veniva tralasciato, il Labradoodel non aveva senso di essere. Per fortuna dopo che  Wally Conron si ritirò, ci furono altri allevatori come Mellodie Wooley che decisero di seguire questo criterio ed ottennero grandi risultati facendo dell'Australian Cobberdog la razza che il Labradoodle avrebbe dovuto essere.

(+34) 93 590 93 97

Informazioni e domande sugli Australian Cobberdog

CONTATTO